In questo periodo il settore hospitality è concentrato sui temi di sanificazione, igiene, sicurezza e rassicurazione. Le compagnie alberghiere si stanno organizzando per essere pronte ad accogliere nel modo più sicuro possibile i loro ospiti. Molte realtà infatti, come Hilton, Marriott, Airbnb, B&B Hotels, sono alla ricerca di nuova normalità.

Vediamo come si stanno muovendo alcuni fra i più importanti player del settore ospitalità, riguardo la tendenza igienico-sanitaria emergente.

Hilton CleanStay, il nuovo programma di Hilton, ha come obiettivo garantire migliore pulizia e dare agli ospiti tranquillità durante il soggiorno, sia che si tratti di camere, ristoranti, palestra o altre aree pubbliche.

Il programma probabilmente sarà in vigore per sempre, ha detto Phil Cordell senior vice president and global head of new brand development di Hilton. “Il programma e ciò che offre è una sorta di nuova normalità delle esigenze”. Dovrebbe essere tutto pronto per gli ospiti entro il mese di giugno.

I dettagli completi saranno messi a punto, ma ecco i punti in via di sviluppo:

  • Un sigillo ufficiale della stanza che indica che nessuno sia entrato dopo la pulizia approfondita.
  • La rimozione di penna, carta e cavallotti a favore di un’opzione digitale (o disponibile su richiesta).
  • Extra disinfezione per interruttori della luce, maniglie delle porte, telecomandi TV, termostati e altro.
  • Stazione disinfettante vicino ai percorsi a elevata intensità di traffico (ad esempio, gli ospiti possono pulire i pulsanti dell’ascensore prima di premere).
  • Check-in senza contatto, in cui gli ospiti possono completare le procedure di check-in e check-out tramite un’app mobile e ricevere una chiave digitale della stanza (i membri di Hilton Honors hanno già accesso alle chiavi digitali)
  • Spray elettrostatici e luce UV da utilizzare nel processo di sanificazione.
  • Al personale della pulizia verrà fornito dispositivi di protezione individuale e formazione aggiuntiva, insieme al nuovo protocollo di pulizia. Gli ospiti dovrebbero aspettarsi che il personale addetto alle pulizie sia molto più presente negli hotel, secondo Cordell.

“Riteniamo che la metà dell’estate sarà il momento in cui le persone iniziano a sentirsi più a proprio agio“, ha detto Cordell, in merito a viaggi di lavoro e di piacere. La catena alberghiera potrebbe apportare modifiche al protocollo. “Dato che i clienti inizieranno a viaggiare un po’ di più, dovremo solo essere estremamente consapevoli e ascoltare ciò che pensano e sentono in modo da poterci adattare quasi in tempo reale”, Conclude Cordell.

Marriott ha comunicato che utilizzerà spray elettrostatici con disinfettanti di livello ospedaliero per disinfettare l’hotel. Oltre alle camere, gli spray saranno utilizzati in palestre e altre aree comuni.

Gli agenti di pulizia utilizzati sarebbero quelli raccomandati dai CCM (Centro per il controllo e prevenzione delle malattie del ministero della Salute USA) e dall’OMS per eliminare tutti i patogeni conosciuti.

Inoltre, la società sta testando la tecnologia a luce UV per la sanificazione delle chiavi, della stanza e l’aggiunta di stazioni e cartelli disinfettanti per le mani nella hall per ricordare a chiunque entri di tenersi a distanza dagli altri. Marriott sta anche valutando cosa proporre nelle strutture che offrono un servizio a buffet.

Per quanto riguarda Airbnb, per gli host, le linee guida offriranno consigli su dispositivi di protezione individuale, come maschere e guanti durante la pulizia. I noleggi saranno distanziati di 24 ore per gli host che hanno aderito ai protocolli di pulizia e gli host avranno l’opzione di una funzione online che previene automaticamente le prenotazioni a meno di 72 ore di distanza per una ulteriore misura di sicurezza.

B&B Hotels infine, ha sviluppato un nuovo protocollo di sanificazione e sicurezza (elaborato insieme al suo RSPP, BCO Consulting, azienda leader in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro e a Rentokil-Initial Italia, noto gruppo che opera nel settore dei servizi per l’igiene).

Le misure previste sono finalizzate alla messa in sicurezza di tutti gli ambienti delle strutture ricettive. In termini di operatività, sono state individuate 8 Golden Rules “Help us Helping You”, che personale e ospiti sono invitati a seguire.

Ecco le principali:

  • Processo di sanificazione applicato nei corridoi, nelle aree comuni e nelle camere quotidianamente, grazie anche all’utilizzo di macchine ionizzatrici atte alla purificazione dell’aria indoor.
  • Utilizzo di dispositivi DPI certificati (mascherine, guanti, calzari e soluzioni igienizzanti e disinfettanti).
  • Plexiglas protettivi presso i desk di accoglienza. Linee di distanziamento sul pavimento, restrizione dell’utilizzo delle aree comuni.
  • Utilizzo dell’ascensore una persona alla volta e mantenimento della distanza di sicurezza di almeno 1 m.